Una guida completa su come Microdosare

In questo blog ho trattato diversi aspetti del microdosaggio, ma in questo articolo vi mostrerò come farlo. Continuate a leggere per scoprire il modo giusto di microdosare in modo consapevole, efficace e sicuro.

Prima di addentrarci nei dettagli, è necessario sapere quando il microdosaggio non è consigliabile. Ecco alcuni dei casi in cui non si dovrebbe ricorrere al microdosaggio:

  • Microdosaggio in combinazione con farmaci come il carbonato di litio, il tramadolo o l’alcol.
  • Se si ha meno di 18 anni
  • quando si sta smettendo di assumere un ansiolitico o un antidepressivo
  • Se si è daltonici
  • In caso di malattia o condizione fisica o mentale
  • In caso di gravidanza o allattamento
  • In situazioni di vita estreme come un lutto

Secondo il Protocollo Fadiman, che vi illustrerò in questo articolo. Tuttavia, a seconda delle vostre preferenze, potete comunque apportarvi delle modifiche. Una cosa importante da notare è che il protocollo Fadiman rimane il programma più popolare per il microdosaggio,

Il protocollo cerca di assistere i microdosatori in modo che possano godere degli effetti sulla loro vita quotidiana. Il Protocollo Fadiman segue un ciclo di 3 giorni nell’arco di 4-8 settimane.

Protocollo di microdosaggio:

  • Primo giorno: Primo giorno di microdosaggio
  • Secondo giorno: Giorno di transizione
  • Terzo giorno: Giorno normale
  • Quarto giorno: Secondo giorno di microdosaggio

Passi da seguire per il microdosaggio

Il microdosaggio va oltre la sola conoscenza del Protocollo Fadiman. È necessario anche comprendere le fasi da seguire, che ho spiegato qui di seguito.

Fase uno: preparazione alla microdose

La cosa più importante per tutti è capire come misurare accuratamente la microdose. Per il microdosaggio è meglio utilizzare sostanze liquide o essiccate piuttosto che prodotti freschi. Questo per garantire la coerenza della misurazione di ogni dose.

Per misurare la microdose, vi consiglio di utilizzare una bilancia elettrica in grado di misurare in due decimali. Iniziate con la dose più piccola e riducetela gradualmente ogni giorno di microdosaggio.

Nei Paesi Bassi è facile acquistare i tartufi magici, dato che ci sono un paio di venditori. Uno dei luoghi in cui è possibile ottenere tartufi magici pronti all’uso è il nostro smart shop. Troverete maggiori dettagli al riguardo qui di seguito.

La dose consigliata per i tartufi magici va da 0,2 a 1,0 g, quella per i tartufi freschi da 0,5 a 2,0 g e quella per i funghi magici essiccati da 0,1 a 0,3 g.

Fase due: iniziare con la prima microdose

Vi consiglio di iniziare la prima microdose in un giorno in cui non avete nulla da fare. Prendete la microdose prima delle 10 del mattino e a stomaco vuoto per ottenere gli effetti più velocemente. La maggior parte delle persone avverte un aumento del livello di energia, quindi è meglio iniziare al mattino. Inoltre, se si inizia la microdose a tarda ora, si rischia di non riuscire a dormire la notte.

Se si inizia a sentirsi troppo forti a causa della dose, si possono manifestare anche altri sintomi. Questi includono irrequietezza, confusione, mal di testa o mancanza di concentrazione. È bene notare che non è possibile sperimentare un trip da una piccola dose. È sufficiente essere in grado di gestire l’esperienza che si prova, ed ecco come farlo:

  • Rilassarsi e meditare
  • Non resistere all’esperienza
  • Fare una passeggiata
  • Provare un lavoro di respirazione
  • Ascoltare musica

Bisogna anche sapere come gestire i casi di reazioni fisiche spiacevoli. Ecco cosa fare:

  • Determinare la causa della reazione fisica. È possibile che la reazione sia dovuta a una dose elevata o a una sostanza completamente diversa.
  • Cercate di entrare in contatto con la sensazione che provate. Trovate un modo per concentrarvi e sedervi con la sensazione.
  • Eseguite un autoesame della sensazione che state provando. Ricordate che tutto può causare mal di testa e altre reazioni fisiche.

Qualunque sia il caso, l’esperienza vi insegnerà la consapevolezza di voi stessi e di come agire in situazioni diverse.

Terzo passo: avere un diario per il microdosaggio

Questo è molto importante, soprattutto se si tratta della prima esperienza di microdosing. È utile tenere un diario in cui documentare le proprie sensazioni, intuizioni e osservazioni fin dal primo giorno di microdosaggio. Si tratta di una strategia per verificare quotidianamente con voi stessi il tipo di cambiamenti che state sperimentando. Con il diario, potete facilmente tradurre le vostre osservazioni in punti attuabili.

Quarto passo: Creare una sottile consapevolezza

Giorno 2: giorno di transizione

Non è necessario fare una microdose il giorno successivo alla prima dose. Il secondo giorno viene chiamato giorno di transizione. Questo perché le sostanze rimangono nel corpo e nel cervello fino a due giorni. È importante essere consapevoli di questi giorni, soprattutto per quanto riguarda i pensieri, le esperienze e le sensazioni. Inoltre, ricordate di prendere nota delle vostre esperienze nel secondo giorno e di aggiungerle al vostro diario.

Fase cinque: resettare il corpo

Giorno 3: giorno normale

Anche un giorno in cui non si effettua il microdosaggio è normale, poiché la sostanza non è attiva nell’organismo. L’aggiunta di giorni normali alla routine di microdosaggio aiuta a prevenire lo sviluppo della tolleranza nel tempo. Inoltre, vi permetterà di distinguere tra giorni di transizione e giorni normali.

Fase 6: Trovare il punto di forza

Giorno 4: secondo giorno di microdosaggio

Il quarto giorno dovreste considerare di assumere nuovamente la sostanza come il primo giorno. Nel microdosaggio, un risultato importante è quello di riuscire a determinare la dose perfetta. Questo è lo sweet spot di cui stiamo parlando.

Il microdosaggio non deve interferire con le interazioni sociali e le attività quotidiane. Sapete di aver trovato il vostro sweet spot quando riuscite a percepire la sostanza e a svolgere altre attività.

Ecco alcuni indicatori che vi aiutano a capire quando avete trovato il vostro punto di forza:

  • Se si dimentica di aver assunto una microdose durante il giorno
  • Iniziate a percepire un senso di leggerezza e di meraviglia durante le vostre attività.
  • Vi sedete, riflettete e concludete che è stata una giornata fantastica.

Indipendentemente dalla situazione, dovreste prendere coscienza della sostanza e del suo effetto sul vostro sistema.

Passo 7: Creare un equilibrio

Dal 4° al 30° giorno

Il microdosaggio rimane uno degli strumenti più potenti che si possano utilizzare. Tuttavia, questo non significa che si debba ricorrere al microdosaggio ogni giorno. Ricordate sempre che meno è meglio e che la psilocibina rimane nel corpo fino a 48 ore. Tenendo presente questo aspetto, il microdosaggio può solo far sì che il corpo sviluppi tolleranza. Alla fine diventerà un’abitudine con la quale inizierete a lottare. Pensate al caffè e a come può diventare un’abitudine.

Quando il microdosaggio diventa un’abitudine, diventa difficile da monitorare. Con il tempo inizierà a influenzare il vostro comportamento e persino la vostra produttività, il vostro umore e la vostra creatività. Tuttavia, seguendo il Protocollo di Fadiman, si può facilmente evitare di sviluppare la tolleranza.

Oltre a seguire il protocollo di microdosaggio, è consigliabile fare delle pause per almeno un mese. Questo vi aiuterà anche a prevenire l’assuefazione psicologica. Uno dei motivi per farlo è che non ci sono molte ricerche che esaminano gli effetti a lungo termine del microdosaggio.

Conclusioni

Ecco quindi il protocollo Fadiman per un microdosaggio sicuro. Seguendo questo protocollo, potrete godere di tutti i benefici del microdosaggio ed evitare di sviluppare tolleranza. Il microdosaggio vi garantirà anche di non sperimentare gli effetti negativi della sostanza che state microdosando.

Se volete iniziare a fare microdosaggio, vi consiglio di usare i tartufi magici per i loro potenti effetti e benefici. Alla Microdose Bros offriamo diversi tipi di tartufi magici.

I tipi più popolari di tartufi magici che si trovano su Microdose Bros sono Psilocybe Tampanensis,  Psilocybe Mexicana, e Psilocybe Galindoi

Se avete altre domande, contattateci tramite whats app o inviateci un’e-mail per maggiori informazioni. Il nostro team Microdose Bros potrà rispondere alle vostre domande.